Bambina di 7 anni soffre di ittiosi: sta diventando di “pietra”

Una bambina di 7 anni si sta pietrificando: soffre di ittiosi epidermolitica, e la piccola si trova in India. Rajeshwari, purtroppo, sta lottando contro numerose sofferenze da ormai molti anni. Adesso, per lei, è difficile persino camminare o sedersi.

Purtroppo, l’ittiosi epidermolitica è una malattia che purtroppo non ha attualmente una cura. Sostanzialmente, questa patologia la porta a soffrire di vesciche ruvide: queste si impietrificano, rendendo impossibile l’esistenza della bambina.

Esattamente, la piccola si trova a Dantewada, ovvero una area tribale. Il posto, locato nello stato indiano, purtroppo non è predisposto per questo genere di problemi. Infatti, non è presente neanche un dottore nella località.

Di conseguenza, quando i genitori della piccola hanno bisogno di portarla da un medico, devono andare in città, affrontando dei costi non di poco. La famiglia, purtroppo, non è in grado di sostenere tutte le spese relative.

Bambina affetta da ittiosi

Bambina di 7 anni si sta pietrificando

Il Dottor Yash Upender, che lavora come dermatologo all’Ospedale, ha visitato la piccola e infine ha dato la diagnosi. Il suo obiettivo è quantomeno di lenire le sofferenze della piccola cercando di offrirle assistenza e soccorso come può.

Sin dalla più tenera età, questa malattia non lascia molto scampo. Infatti, i neonati possono soffrire di complicanze, tra cui anche insufficienza renale oppure semplicemente anche di sepsi. La loro vita è molto complessa, e devono fronteggiare difficoltà anche nelle piccole cose.

Per adesso, purtroppo, non c’è una cura. Più volte i dottori sono stati interpellati per cercare di sbloccare la ricerca, ma ci sono solo dei supporti un minimo palliativi per alleviare le sofferenze.

Leggi anche:  Don Bucci, polemiche per le sue parole: scoppia il caos

Una bambina di 7 anni, che dovrebbe vivere la sua vita nel migliore dei modi, a pensare ai giocattoli, alle amicizie, si ritrova a combattere la più difficile delle battaglie. Mandiamo un pensiero alla piccola. Avete già letto della storia della neonata?

© Riproduzione riservata

Join The Discussion