Cercare casa da oggi si può anche sul pianeta rosso


0
16 shares
Cercare casa

Cercare casa sul pianeta rosso.

Per chi è intento a cercare casa in questo momento, non può non leggere questo articolo. Uno dei obbiettivi dell’umanità nel futuro, e certamente portare l’uomo su Marte. Ma questo progetto sta guardando decisamente oltre.

Ebbene si, un uomo sul pianeta rosso di cosa necessità? Di una casa ovviamente.

Per questo la Nasa nel 2015 ha deciso di lanciare un concorso : 3D-PRINTED Habitat Challenge.

Questo particolare concorso ha come obbiettivo di trovare progetti adeguati per le abitazioni che potranno essere costruire su Marte.
Il partner dell’agenzia spaziale Usa, l’Ilinois Bradley University di Peoria ha presentato ben 18 proposte, e una volta vagliate sono state selezionate 5 idee interessanti.

I progetti hanno il compito di essere realistiche di poter essere ovviamente riprodotti su Marte, tenendo conto dei numerosi fattori:

Dallo spessore delle pareti, al modo per riscaldare le case, nulla viene lasciato al caso, anzi viene tutto valutato al massimo delle potenzialità.

Cosi hanno scritto sul sito dell’agenzia spaziale Americana:

”I team vincenti hanno creato con successo delle rappresentazioni digitali delle caratteristiche fisiche e funzionali di una casa su Marte”.

La Nasa passa alla terza fase

La Nasa ha quindi vagliato le proposte scegliendo 5 team che avevano proposto idee particolari e interessanti.

Ora si passerà alla fase successiva che prevede che i gruppi, divisi i 100mila dollari in base alla qualità delle proposte, siano in grado di rendere effettiva e realistica l’idea che hanno presentato.

E in che modo lo devono fare? Semplicemente fabbricando l’habitat sub-scala.

Sono 5 i livelli di competizione che vedranno questi team affrontarsi. Tre di costruzione e due virtuali.

“Non stanno solo progettando strutture, stanno progettando habitat che permetteranno ai nostri esploratori dello spazio di vivere e lavorare su altri pianeti”, ha detto Monsi Roman program manager di Centennial Challenges della Nasa.

I vari team con i loro progetti

I cinque progetti scelti sono differenti per ragioni diverse: il team Zopherus of Rogers dell’Arkansans aveva ideato una struttura realizzata completamente con stampanti 3D e l’uso di materiali locali grazie ai rover.

Space Factory di New York invece si è orientata su una casa dalla forma cilindrica che sfrutti nel miglior modo possibile lo spazio.

Il Team Kahn Yates del Mississippi ha presentato un progetto che è in grado di resistere alle tempeste di sabbia particolarmente violenti su Marte.

Per quanto riguarda SEArch +Apis Cor anche loro di New York invece l’idea è stata quella di contrastare le radiazioni ma avendo comunque un ambiente luminoso.

Per ultima la squadra della Nortgwstern University dell’Illinois ha realizzato una sorta di guscio rotondo fatto con stampante 3D e raggi incrociati.

Ti potrebbero interessare anche:


Like it? Share with your friends!

0
16 shares

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Choose A Format
Personality quiz
Series of questions that intends to reveal something about the personality
Trivia quiz
Series of questions with right and wrong answers that intends to check knowledge
Poll
Voting to make decisions or determine opinions
Story
Formatted Text with Embeds and Visuals
List
The Classic Internet Listicles
Countdown
The Classic Internet Countdowns
Open List
Submit your own item and vote up for the best submission
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Meme
Upload your own images to make custom memes
Video
Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Audio
Soundcloud or Mixcloud Embeds
Image
Photo or GIF
Gif
GIF format